5 motivi per cui i pastori cadono in depressione (e perché non ne parlano)

5 RAGIONI PER CUI LA DEPRESSIONE È UN PROBLEMA DIFFUSO TRA I PASTORI.

 

 

Molti pastori combattono davvero contro la depressione.

Questo è vero oggi ed è stato vero per tutta la storia della chiesa.

Il grande Charles Spurgeon lottò con la depressione per tutta la sua vita. Martin Lutero e John Bunyan (l’autore de Il Pellegrinaggio del Cristiano) ebbero fortissimi attacchi d’ansia e di paura. Gli uomini di Dio sono davvero vasi di terracotta.

 

La maggior parte dei membri di quelle chiese non aveva idea del fatto che il loro pastore fosse depresso. Non lo sanno fino a quando non vengono sconvolti dalla realtà di alcune delle drammatiche conseguenze della depressione come: matrimoni distrutti, peccati sessuali, dimissioni dal ministero – e sì, persino il suicidio!

 

Se sei un pastore che legge questo articolo e stai lottando contro la depressione, ti supplichiamo di chiedere subito aiuto a qualcuno. A troppi pastori è stato insegnato che la depressione è un segno di fallimento nel ministero, che è qualcosa che deve essere nascosto alla vista dei credenti. Quelle sono bugie, menzogne assurde! Per favore vai subito alla ricerca di aiuto. Adesso!

 

 

CINQUE CAUSE

Lo scopo principale di questo breve articolo è di spiegare i fattori che inducono nel precipizio della depressione. Più chiaramente, queste sono le cinque cause principali che molti pastori hanno identificato come le ragioni alla base della loro personale depressione. Ciascuna delle cause è seguita da una citazione diretta dei pastori che hanno condiviso con me le loro lotte.

 

  1. La Guerra Spirituale

    “Non intendo questo in modo profano, ma c’è stato un punto nel mio ministero quando si è scatenato l’inferno. Non posso spiegare quegli attacchi in nessun modo se non alla luce della guerra spirituale. Il nemico era intenzionato a distruggere il mio ministero e ho iniziato ad entrare in una spirale emotiva che mi ha trascinato verso il basso”.

 

  1. La Sorprendente Realtà della Leadership Pastorale

    “Vorrei che qualcuno mi avesse detto quanto fosse difficile essere un pastore. L’unico consiglio che mi era stato dato era di predicare la Parola e capivo bene quale fosse la priorità della predicazione. Tuttavia, dopo un anno del mio primo incarico all’età di 31 anni, ho vissuto il punto debole della vita della chiesa locale. Sono stato letteralmente preso alla sprovvista. Mi ci è voluto un po’ di tempo prima che mi rendessi conto di essere veramente depresso”.

 

  1. Senso d’inadeguatezza

    “La mia chiesa stava diminuendo di numero, sempre meno partecipanti. Anche se non mi sono aggrappato ai numeri, i membri hanno iniziato a borbottare sul declino della comunità. Quando abbiamo dovuto decidere di smettere di sostenere un responsabile del nostro team perché non potevamo più permetterci di pagarlo, ho davvero iniziato a toccare il fondo. Mi sentivo come se fosse tutta colpa mia”.

 

  1. Critici e prepotenti

    “La leadership pastorale può davvero essere la morte fatta di mille sfaccettature diverse. Non è una persona o una critica sola, ma è il flusso costante e incessante di critiche. Ti inonda completamente. Così, la mia depressione si è manifestata gradualmente e quando mi sono trovato in una condizione di profonda depressione, non l’ho nemmeno vista arrivare”.

 

  1. La solitudine

    “È davvero difficile trovare un vero amico quando sei un pastore. E quando non hai nessuno con cui parlare delle tue lotte e domande, la vita può essere di solitudine”.

 

 

PREGA PER I TUOI PASTORI

La depressione è reale per i pastori. E’ pervasiva. Ora, noi che serviamo insieme a loro e che facciamo parte dello staff e dei membri della chiesa, dedichiamo qualche minuto al giorno per pregare per i nostri pastori.

 

Potrebbe benissimo essere uno dei ministeri più importanti che abbiamo.

 

 

 

Tematiche: Chiesa, Depressione, La battaglia spirituale, Ministero, Pastorato, Sofferenza

Thom Rainer

Thom Rainer

E’ presidente e CEO di LifeWay Christian Resources. Rainer ha conseguito sia un Maester in Divinity sia un Dottorato di Ricerca dal Southern Seminary ed è stato il decano della Billy Graham School of Missions and Evangelism dal 1994 al 2005. È autore di molti libri e ha servito come pastore per diversi anni.

© EquipSouthern.org, © Coram Deo

Il presente articolo può essere utilizzato solo facendone previa richiesta a Coram Deo. Non può essere venduto e non si può alterare il suo contenuto.