Alcune idee per aiutare i vostri figli ad amare la lettura della Bibbia

Coltivate buone abitudini

 

Cosa potrebbe essere più importante da insegnare ai tuoi figli se non leggere la Bibbia? Quale bella abitudine vorresti che avessero?  È un lavoro difficile da fare. Le cattive abitudini sono come le erbacce: non devi fare proprio nulla per farle crescere. Le buone abitudini, come per fiori e piante, hanno invece bisogno di tempo, cura, e attenzione.

 

Col tempo, cura e attenzione possiamo aiutare i nostri figli a coltivare le abitudini che le manterranno vicini a Dio, che le aiuteranno a continuare a credere nel vangelo e nelle promesse di Dio, che le terranno al passo con lo Spirito Santo e manterranno viva la bruciante fiamma dell’amore per Cristo.

Di seguito ho elencato sei semplici idee che potrebbero aiutarti.

 

1. Semplicemente… leggila!

Ci sono molti piani della lettura quotidiana della Bibbia (vedi qui il programma di lettura giornaliero di Coram Deo) e strumenti che ti possono aiutare per la tua meditazione. Questi potrebbero essere di grande aiuto. Quando affronti un incarico scoraggiante è importante avere un percorso e un piano da seguire. Ma a volte siamo immersi in un mare di scelte e a volte non tutti i piani si adattano alla nostra situazione.

Non sentire il peso di leggere tanta Bibbia ogni giorno. Non sentire il peso di seguire qualcosa solamente perché funziona per gli altri. Leggete solo quanto basta per la portata, il contesto e l’attenzione specifici della tua famiglia e dei tuoi figli. Potete sempre accelerare, aggiungere altro o allungare il tempo una volta che avrete stabilito alcuni schemi. Ma intanto, anche semplicemente, iniziate a leggerla.

 

L’importante è iniziare. Magari anche leggendo meno di quanto pensate possano sostenere. Non sarebbe fantastico se il periodo di tempo che avete pianificato si concludesse e i tuoi figli ne chiedessero altro?

Sappiate anche che ci saranno giorni che andranno molto storti e il tempo per la lettura insieme della Bibbia non ci sarà. Mi ricordo che una volta ascoltando un rinomato studioso della Parola, disse che se lui avesse dovuto creare un piano di lettura Biblico, avrebbe incluso anche i giorni perduti e ha aggiunto che non voleva incoraggiare a saltarli, ma a volte non ce la facciamo proprio. Questo fallimento può portare ad un senso di colpa. La colpa può portare a un ulteriore fallimento. Prima che v’è ne rendiate conto le vostre buone intenzioni verranno cancellate. La lettura della Bibbia diventerà sporadica e presto verrà abbandonata.

Rendetevi conto che la lettura vi mancherà. Riparti subito il giorno successivo. Leggetela!

 

 

2. Soffermatevi su un libro in particolare

Scegliete un libro della Bibbia e soffermatevi su di esso per un mese – o magari due. Leggete insieme un capitolo al giorno per una settimana. Se è un libro abbastanza piccolo e non state gravando troppo sull’attenzione dei ragazzi, allora vi consiglio di leggere l’intero libro in una volta sola. Oppure due.

La settimana successiva, concentratevi su alcuni versetti chiave. Memorizzatene uno. Leggete il libro, rileggete il libro e leggete di nuovo. Conoscere a fondo libri biblici, un libro alla volta, può diventare un compito piacevole per tutta la vita.

 

3. “Arte e mestieri”

Provate anche un metodo completamente diverso di leggere la Bibbia. Stampa un intero libro della Bibbia. Puoi farlo in modo semplice. Rilega le pagine insieme in modo da creare un documento collegato. Arrotolalo e otterrai una pergamena. Ecco come l’Antico Testamento veniva letto e ecco come Gesù ha imparqto la Bibbia.

 

Volete fare un ulteriore passo avanti? Allora provate a stampare il libro biblico senza divisioni in capitoli o in versetti. È come la Bibbia venne originariamente scritta. La prima divisione in capitoli avvenne intorno al 1200. La Bibbia di Wycliffe, una traduzione inglese del testo latino della Bibbia, è stata la prima ad usare la divisione in capitoli. Era il 1382. La divisone in versetti apparve nel 1551. La Bibbia di Ginevra, 1560, fu la prima Bibbia inglese ad avere la divisione in versetti.

Prova a leggere un libro della Bibbia come una pergamena – una pergamena fatta da te.

 

 

4. Ascoltate la Bibbia insieme

Quando vennero scritte le prime epistole del Nuovo Testamento, le copie dei libri erano molto …molto rare. Quando i credenti si riunivano insieme in chiesa udivano leggere la Parola di Dio. Questa fu anche l’esperienza di Gesù nella sinagoga quando era bambino. Lui, sì lui stesso, lesse la Bibbia a coloro che si erano riuniti per ascoltare. Ascoltare la Bibbia può essere d’aiuto per introdurre porzioni più lunghe ai più giovani. Ascoltare la Bibbia può portare nuove prospettive di lettura del testo e ascoltare la Bibbia tutti insieme unisce maggiormente la famiglia.

 

5. Andate in chiesa pronti per essere istruiti dalla Bibbia

Il termine chiesa può significare tante cose per persone diverse. Il Nuovo Testamento dichiara che la chiesa è un luogo dove andiamo per ascoltare la predicazione della Parola di Dio. Vi andiamo per essere istruiti direttamente dalla Parola di Dio.

Magari potete consultare in anticipo il testo della predicazione di domenica e leggerlo insieme sabato sera. Rileggete insieme il testo anche dopo il sermone. Riflettete insieme sul significato del testo e parlate di come potreste applicare il brano nella vostra vita e come i vostri figli possono fare lo stesso.

 

6. Parlate della bellezza della Bibbia

I teologi spesso parlano di quattro attributi della Bibbia: chiarezza, necessità, sufficienza, autorità.

Questi termini ci aiutano a capire la dottrina storica della Scrittura. Ma vorrei aggiungere anche un quinto attributo: la sua bellezza.

La Scrittura è un’opera d’arte! Essa contiene narrativa brillantemente creata, poesia concisa, fantastiche profezie e letteratura apocalittica. La Bibbia è il più bel libro che sia mai stato scritto. Divertiti leggendo la Bibbia, assapora la sua bellezza. Aiutando i tuoi figli a vedere la bellezza della Scrittura, non li stai solo aiutando a leggerla, ma gli stai insegnando anche ad amarla.

 

Perché i bambini vorrebbero andare altrove nella loro direzione o guida nella vita dopo essere stati affascinati dalla verità e dalla bellezza delle Scritture?

 

Ci sono tanti altri modi per insegnare ai bambini ad amare la lettura della Bibbia. La cosa importante è iniziare e continuare.

Il Nemico non vuole che i tuoi figli leggano la Bibbia, ma Dio ha altri piani per te e la tua famiglia, Lui ci ha dato la Sua Parola: Lui ci ha comandato di leggerla, amarla e metterla in pratica.

 

 

Traduzione a cura di Sarah Fortuna

 

 

Il libro consigliato per te:

 

Tematiche: Adorazione, Bambini, Bibbia, Famiglia, Nuova nascita, Vita Cristiana

Stephen Nichols

Stephen Nichols

È il presidente del Reformation Bible College, responsabile accademico della Ligonier Ministries e insegnante. Autore di molti libri. Lo puoi seguire su Twitter @DrSteveNichols

© crossway.org, © Coram Deo

Il presente articolo può essere utilizzato solo facendone previa richiesta a Coram Deo. Non può essere venduto e non si può alterare il suo contenuto.