La strategia che adotto sui social media

 

  1. Incoraggia, edifica e informa incessantemente.
  2. Ignora i trolls (cioè soggetti che interagiscono con gli altri tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso e del tutto errati, con il solo obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi), ignora gli schernitori, ignora i calunniatori e rilegali nel dimenticatoio.
  3. Lascia che i dissenzienti, i narcisisti e chi è nell’errore rimangano nel loro brodo a motivo dell’attenzione che bramano ricevere dagli altri.
  4. Indirizza le persone verso uomini santi e risorse biblicamente sane.
  5. Esalta Cristo, la Bibbia, la Grazia, la Verità e il Vangelo.
  6. Rimani fuori dalle battaglie. Non lanciare bombe a mano con discussioni serie. Unisci le persone.
  7. Sii gentile. Persuadi.
  8. Tratta le persone sui social media come se li trattassi di persona, faccia a faccia.
  9. Non essere diverso sui social media da come  sei nella vita, nella famiglia, nella chiesa e nel ministero. Sii sempre la stessa persona sia online sia offline.
  10. Non dare eccessiva attenzione alle persone la cui unica “piattaforma” sono i social-media e che altrove hanno poca responsabilità e non rendono conto a nessuno.

 

Tematiche: Crescita spirituale, Cultura e Società, Santificazione, Social media

J. Ligon Duncan III

J. Ligon Duncan III è stato pastore per ben 30 anni e ora è Presidente ed insegna al Reformed Theological Seminary in Mississippi (Stati Uniti). Conferenziere e predicatore molto apprezzato. Insieme agli amici Mark Dever, Al Mohler, and C.J. Mahaney (e successivamente John Piper, John MacArthur e R.C. Sproul) è co-fondatore di Together for the Gospel sin dal 2006.

© Monergism, © Coram Deo

Il presente articolo può essere utilizzato solo facendone previa richiesta a Coram Deo. Non può essere venduto e non si può alterare il suo contenuto.