Mio figlio, il mio amato figlio, è andato alla presenza del Signore.

 

4 Novembre 2020

 

Da quando scrivo, in tutti questi anni, non mi sono mai trovato a scrivere parole più difficili, più devastanti di queste: ieri il Signore ha chiamato a sé mi figlio. Il mio amato figlio, il mio dolce bambino, il mio bambino gentile, il dono di Dio, il mio unico figlio.

 

Nick stava giocando con sua sorella, la sua fidanzata e altri studenti quando improvvisamente è collassato.

Studenti, paramedici e dottori hanno combattuto valorosamente ed intensamente, ma non hanno potuto salvarlo.

 

Adesso mio figlio è con il Signore cha amava, il Signore che desiderava servire.

Non abbiamo risposte sul perché o percome sia accaduto.

Ieri Aileen ed io abbiamo pianto e pianto, ancora e ancora,  finché non avevamo più lacrime da piangere.

 

Poi, più tardi quella sera, ci siamo guardati l’un l’altra negli occhi e ci siamo detti: “possiamo farcela”. Non vogliamo farlo, ma possiamo farlo: questo dolore, questo lutto, questa devastazione. Possiamo farlo perché sappiamo che non affronteremo tutto questo solo con le nostre forze.

 

Possiamo farlo come cristiani, come il figlio e la figlia di un Padre che sa cosa significhi perdere un Figlio.

Abbiamo viaggiato tutta la notte fino a Louisville per poter essere insieme, come famiglia, ancora una volta.

 

Vi chiediamo di ricordarci nelle vostre preghiere mentre piangiamo la nostra perdita.

Siamo consapevoli che ci aspettano giorni duri e notti insonni.

 

Ma in tutto questo, anche se le nostre menti sono disorientate e i nostri cuori sono spezzati, la nostra speranza è ferma e la nostra fede è serbata.

 

Nostro figlio è a casa.

 

Tim

 

 

(Traduzione a cura di Marcello Antonino)

 

Tematiche: Sofferenza

Tim Challies

Tim Challies

 

Sono un seguace di Gesù Cristo, sposato con Aileen e  padre di tre figli. Adoro e servo come pastore alla Grace Fellowship Church di Toronto, Ontario, e sono co-fondatore della Cruciform Press.

© TimChallies , © Coram Deo

Il presente articolo può essere utilizzato solo facendone previa richiesta a Coram Deo. Non può essere venduto e non si può alterare il suo contenuto.