Un’istantanea della Chiesa globale

Mark Noll su ciò che è successo domenica scorsa

 

Alcuni decenni fa, i credenti erano concentrati nella parte settentrionale ed occidentale del mondo, ma ora una maggioranza in rapida espansione vive nella parte meridionale ed orientale.

Come cristiano, Rip Van Winkle ha aperto gli occhi ed e ha cercato di localizzare i suoi fratelli cristiani: facendo così, li ha trovati in posti sorprendenti, uomini e donne che esprimono la loro fede in modi e in condizioni sorprendenti, culturalmente e politicamente impegnati ed in grado di suscitare domande teologiche sorprendenti che non sarebbero sembrate possibili se solo avesse tenuto gli occhi chiusi.

 

 

Noll osserva:

La chiesa cristiana ha sperimentato una più ampia ridistribuzione geografica negli ultimi cinquant’anni rispetto a qualsiasi altro periodo precedente, ad eccezione dei primissimi anni della storia della chiesa….

Più della metà di tutti i fedeli cristiani in tutta la storia della chiesa hanno vissuto negli ultimi cent’anni.

Quasi la metà dei credenti cristiani che siano mai vissuti, sono vivi in questo momento.

Noll ci dà un’istantanea della scorsa domenica in tutto il mondo per rendere concrete su questi concetti generici:

 

  • La scorsa domenica è possibile che in Cina siano andati in chiesa più credenti cristiani che in tutta la cosiddetta “Europa Cristiana”. Eppure nel 1970 in Cina non c’erano chiese legalmente attive; solo nel 1971 il regime comunista consentì a un protestante e ad una chiesa cattolica di tenere servizi di culto pubblico e questa era soprattutto una concessione per visitatori europei e studenti africani provenienti dalla Tanzania e dallo Zambia.

 

  • La scorsa domenica sono andati in chiesa più anglicani in Kenya, Sudafrica, Tanzania e Uganda di quanto non lo abbiano fatto gli anglicani in Gran Bretagna, Canada ed episcopali negli Stati Uniti ed il numero di anglicani in chiesa in Nigeria è stato molto più del numero di quelli in altri paesi africani.

 

  • La scorsa domenica c’erano più Presbiteriani in chiesa in Ghana che in Scozia e ce n’erano di più nelle congregazioni della Chiesa presbiteriana unificata dell’Africa meridionale che negli Stati Uniti.

 

  • La scorsa domenica le chiese con la più alta frequenza in Inghilterra e Francia hanno avuto per lo più congregazioni nere. Circa la metà dei fedeli a Londra erano africani o africani-caraibici. Oggi, la più grande congregazione Cristiana in Europa è a Kiev, ed è condotta da un pastore nigeriano di origini pentecostali.

 

  • La scorsa settimana in Gran Bretagna, almeno quindicimila missionari Cristiani stranieri sono stati impegnati a evangelizzare la gente del posto. La maggior parte di questi missionari proviene dall’Africa e dall’Asia.

 

 

 

(Traduzione a cura di Maddalena Bennardo)

Tematiche: Chiesa, Evangelizzazione, Missione

Justin Taylor

Justin Taylor è vice presidente della casa editrice ed editore della Crossway e scrive sul blog Between Two Worlds. Lo potete seguire su Twitter.Juston

© thegospelcoalition.org, © Coram Deo

Il presente articolo può essere utilizzato solo facendone previa richiesta a Coram Deo. Non può essere venduto e non si può alterare il suo contenuto.