In quale modo la chiesa può aiutare le donne a studiare la Parola di Dio

Non dimenticherò mai le mie visite al negozio di forniture per insegnanti della scuola elementare. Mi piaceva insegnare ai miei alunni (in realtà l’unica era Aka, mia sorella) e decorare la mia “classe” nello scantinato di casa con calendari, lezioni e poster ispiratori. Proprio uno di questi mi è rimasto particolarmente impresso nella memoria: mostrava l’immagine di tre bambini sorridenti e la frase: “La risata è contagiosa”.

Oggi continuo a pianificare lezioni e ad insegnare, ma lo faccio nel contesto della chiesa, in cui una delle più importanti verità da “afferrare” è la ferma convinzione che la Scrittura sia l’infallibile Parola di Dio.  Quando diamo il primo posto alla Bibbia nelle nostre chiese e la predichiamo dai nostri pulpiti, la diretta conseguenza sono ministeri ricolmi di Scrittura – compreso il ministero per le donne – e preparazione affinché le persone la possano studiare per conto proprio.

 

Una convinzione contagiosa

Cosa significa dare il primo posto alla Parola di Dio come chiesa? La risposta a questa domanda potrebbe costituire da sola un intero articolo. Ma, per brevità, dirò che equivale a:

  • Essere fortemente convinti che la Scrittura è “Dio che ci parla”, che tutte le Sue parole sono vere, degne di fiducia e utili (2 Timoteo 3:16)
  • Credere fermamente che il potere delle “Sacre Scritture possono darti la sapienza che conduce alla salvezza mediante la fede in Cristo Gesù” (2 Timoteo 3:15)
  • Investire i nostri ministeri e le nostre vite nella proclamazione della Parola di Dio perché siamo totalmente convinti che non torna mai a vuoto (Isaia 55:11)

Quando questo è ciò che crediamo riguardo alla Bibbia, e quando i nostri pulpiti traboccano di queste convinzioni, l’effetto sulla congregazione – e sul ministero delle donne – è contagioso. La sete per la Parola di Dio cresce nelle donne perché le loro chiese la proclamano costantemente.

 

Dove le chiese mancano il bersaglio

Purtroppo, molte chiese non hanno questo effetto contagioso perché mancano di una convinzione radicata sulla Bibbia. Ma anche questa scarsa stima della Scrittura è ugualmente contagiosa, e la congregazione sarà ricolma di tutto ciò che viene messo al primo posto in quelle chiese. Sono particolarmente preoccupata per l’assenza di Scrittura in molti ministeri di donne, perché noi possiamo preparare le nostre donne nello studio della Parola di Dio solo se lo studio della Parola di Dio è la base di tutto ciò che si fa come chiesa.

Ecco quello che succede nelle chiese che tendono a mancare il bersaglio e che, di conseguenza, coinvolge anche il ministero per le donne, in alcune aree in particolare:

 

Predicazione incentrata sull’uomo

Le donne della vostra congregazione faranno proprie le convinzioni che motivano il messaggio della domenica mattina. Se il contenuto delle predicazioni è innanzitutto narrativo e fa leva sul desiderio di intrattenimento delle persone, allora le donne si aspetteranno di sentire e ricevere quanto sopra quando si riuniranno per avere comunione e studiare la Parola di Dio.

Programma basato sull’intrattenimento

Aprire la Bibbia durante una riunione di donne spesso non è lo scopo principale per cui si riuniscono. Sovente gli oratori che parlano alle donne trattano argomenti riguardanti lo stare bene ed il sentirsi affermate. Invece di prepararle e farle crescere attraverso un attento studio della Scrittura, si fornisce loro qualcosa che non dura nel tempo o che possa realmente cambiare i loro cuori.

Studi basati sui sentimenti

Il programma che viene spesso scelto per un gruppo di donne non prevede l’opportunità di studiare la Parola di Dio per conto proprio. Molti ministeri offrono studi che utilizzano la Scrittura unicamente come testo-prova invece di essere il soggetto principale dello studio. Altri ministeri offrono gruppi di discussione che si incentrano su libri discutibili, molti dei quali si focalizzano sul risolvere problemi femminili ed aumentare la loro stima invece di farle crescere in santità e in capacità di studiare la Bibbia.

In molte chiese, la mancanza di preparazione delle donne ad amare e studiare la Scrittura è il risultato di una mancanza di convinzione sulla Scrittura stessa. Cosa che sicuramente non succede ovunque.

In che modo la nostra chiesa prepara le donne

La prima volta che sono entrata nella mia chiesa circa sei anni fa, sono rimasta colpita dal suo impegno a mantenere la centralità della Parola di Dio. Non avevo mai sentito predicare in modo così radicato nella Scrittura e non avevo mai fatto parte di una congregazione così convinta della Sua autorità. Tutto ciò si riversava nel ministero delle donne che avevano afferrato l’amore ed il desiderio di conoscere Gesù attraverso la sua Parola.

Desidero condividere con voi in quale modo la nostra chiesa prepari le sue donne a studiare la Parola di Dio, non perché questo sia l’unico metodo giusto, ma perché io ho personalmente visto gli effetti contagiosi di un impegno di chiesa nei confronti della Parola di Dio. Le donne della nostra chiesa sono fermamente convinte che Dio parli attraverso la sua Parola e, di conseguenza, sono impegnate nella predicazione e programmazione di studi ricolmi di essa.

 

 

Predicazione basata sulla Scrittura

Un altro titolo potrebbe essere “predicazione rivelatrice”. I nostri pastori basano i loro sermoni sulla Scrittura e ne rivelano il contenuto. Le nostre donne imparano come studiare le loro Bibbie ascoltandoli ogni domenica.

Programma basato sull’insegnamento

Gli incontri di noi donne sono centrati sulla Bibbia ; è l’unica ragione per cui ci riuniamo. Gli oratori che invitiamo sono quindi insegnanti della Parola e la aprono per comunicare l’evangelo e aiutarci ad applicarlo alle nostre vite. (L’argomento specifico di alcuni dei nostri incontri è proprio come studiare ed insegnare la Parola di Dio)

Studi basati sulla Bibbia

Ciò che impariamo sullo studio della Bibbia durante il culto o nelle riunioni delle donne viene potenziato da materiale scelto in modo da essere adatto a piccoli o grandi gruppi. La nostra chiesa scrive i propri studi basati sui libri della Bibbia e vaglia studi di altri autori sulla base del fatto che siano più o meno centrati sulla Bibbia e che possano aiutare le donne a studiare la Parola da sole.

 

Predicazione ed insegnamento della Parola

Che privilegio abbiamo nelle nostre chiese di poter utilizzare la Parola di vita! L’esortazione di Paolo al giovane pastore Timoteo ci incoraggia ad apprezzare la Parola di Dio con tutto noi stessi:

Ti scongiuro, davanti a Dio e a Cristo Gesù che deve giudicare i vivi e i morti, per la sua apparizione e il suo regno:  predica la parola, insisti in ogni occasione favorevole e sfavorevole, convinci, rimprovera, esorta con ogni tipo di insegnamento e pazienza.  Infatti verrà il tempo che non sopporteranno più la sana dottrina, ma, per prurito di udire, si cercheranno maestri in gran numero secondo le proprie voglie, e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole. Ma tu sii vigilante in ogni cosa, sopporta le sofferenze, svolgi il compito di evangelista, adempi fedelmente il tuo servizio.

Dare gloria e fama a Gesù Cristo e  piacere a Dio Padre ci motiva ad adempiere i nostri ministeri affinché la Parola venga proclamata fedelmente. Quando lo facciamo, scopriamo quanto contagiose siano le nostre convinzioni bibliche sulla base di quanto le nostre donne (e tutta la nostra congregazione) desiderino conoscere Dio studiando la sua Parola.

 

 

(Traduzione a cura di Aida Gonzalez Papini)

Tematiche: Chiesa, Donne, Ministero, Vita Cristiana

Kristen Wetherell

Kristen Wetherell

 

 

E’ una scrittrice, insegnante della Bibbia e  responsabile del contenuto biblico presso  “Unlocking the Bible”. I suoi scritti sono stati pubblicati su TGC, Crosswalk e iBelieve e sono apparsi su Challies.com. E’ sposata con Brad, ama viaggiare e, nel tempo libero, compone musica.

© radical.net, © Coram Deo

Il presente articolo può essere utilizzato solo facendone previa richiesta a Coram Deo. Non può essere venduto e non si può alterare il suo contenuto.