Passare da una chiesa guidata da un diacono a una chiesa guidata da un anziano

 

Durante uno dei miei primi incarichi come pastore, notai due diaconi che facevano qualcosa di insolito: erano i pastori della comunità. A parte questi due uomini, la chiesa seguiva un tipico sistema battista della metà del ventesimo secolo: otto diaconi servivano nel consiglio di amministrazione e la congregazione votava, in occasione degli incontri, mensili, riguardo ogni decisione che interessava la vita della chiesa.

 

 

Anziani con un altro nome?

 

I diaconi generalmente si concentrano sulla proprietà, le finanze e discussioni occasionali, tuttavia sia nel carattere che nella pratica, questi due uomini facevano il lavoro degli anziani, mancava loro solo il titolo: continuavano a controllare e a guidare la chiesa (Eb. 13:17; 1 Pt. 1:2), insegnavano la profonda dottrina (Tit. 1:9), esercitavano la sorveglianza spirituale (1 Pt 5:2) e davano un esempio di vita cristiana fedele (1 Pt. 5:3).

Dubito seriamente che uno di questi uomini pensasse a se stesso come un anziano e questo è proprio quello che la chiesa avrebbe dovuto riconoscere. Invece, la chiesa confondeva le mansioni bibliche, che sono importanti per la salute della chiesa stessa, e si aspettava che i diaconi agissero come anziani senza le qualifiche necessarie, senza i doni o l’autorità.

Il problema poteva essere risolto soltanto cambiando il titolo dei diaconi in anziani? Assolutamente no! Mentre due uomini si occupavano già delle mansioni, gli altri ricoprivano chiaramente il ruolo di diaconi – servi della chiesa – con le responsabilità occasionali che gli anziani conferivano loro.

Come può tale chiesa “guidata da un diacono” – o qualunque altra chiesa in una situazione simile – avanzare nel riconoscere uomini qualificati come anziani? Primo, tu, il pastore, avresti bisogno di individuare gli ostacoli che non permettono di seguire il modello biblico.

 

Gli ostacoli nel passaggio verso l’anzianato:

 

1 – La congregazione probabilmente non capisce l’insegnamento della Bibbia riguardo agli anziani. Nel riconoscere gli uomini come anziani, state chiedendo a una congregazione di comprendere e applicare una pratica biblica. Questo richiede un’esposizione paziente delle Scritture – coinvolgendo la congregazione, i piccoli gruppi e gli individui nell’interpretare e applicare la Parola di Dio. Molte obiezioni a cambiare il sistema perdono la loro forza quando i cristiani pensano in modo biblico.

 

2 – Molte congregazioni hanno una lunga storia con un congregazionalismo borioso e non semplice da cambiare. Invece di un congregazionalismo sano e robusto, questa chiesa di cui ho parlato sopra, praticava un congregazionalismo con un controllo eccessivo. Non veniva fatto niente senza faticosi incontri, che spesso finivano con sentimenti feriti e persone offese. Per cambiare tutto questo è nuovamente necessario un insegnamento paziente e un dialogo sia sul Nuovo Testamento sia sui principi storici del congregazionalismo. Può essere utile insegnare alla chiesa la sua confessione dottrinale (se è sana), spiegare quello che dice riguardo alle mansioni di anziani e diaconi, mentre si mostra anche come si è sviluppato il congregazionalismo in un particolare ambiente. Uno studio di questo genere dà origine a una base condivisa verso un sistema biblico e una chiesa sana.

 

3 – Quando si passa da un modello guidato da un diacono a uno guidato da un anziano, i diaconi che non vengono scelti per diventare anziani potrebbero ingelosirsi. Tale gelosia può sfociare in una grande divisione, spesso impedendo qualsiasi possibilità per la chiesa di passare alla loro struttura di guida. Come può questo essere riconosciuto? Adottando una visione a lungo termine della guida dell’anziano e del diacono. Concentratevi sulle qualifiche bibliche per gli attuali diaconi (1 Tim. 3:8-13), perciò adottate standard più severi: tutto questo assottiglia il numero dei candidati a diacono. Inoltre, impegnatevi a mostrare la distinzione biblica tra le responsabilità delle due mansioni. Un uomo che semplicemente desidera un titolo non deve ottenerlo. Esponete le aspettative per i diaconi e per gli anziani affinché la chiesa anticipi la loro pratica biblica. Qualcuno potrebbe continuare a essere geloso, ma la chiesa sarà probabilmente più moderata.

 

4 – Forse nessun diacono attuale è qualificato per servire come un anziano:passare semplicemente da un titolo a un altro senza mansioni più specifiche non sarà di aiuto. Invece, gli uomini devono essere istruiti nel servire come anziani. Iniziate con il riconoscere gli uomini che sembrano essere “irreprensibili” (Tito 1:6). Aiutateli a sviluppare una maggiore consistenza nel loro cammino con Cristo. Fateli crescere nella Parola di Dio e nella dottrina profonda. Mostrano amore per la Parola? Sono in grado di spiegare la dottrina? Dopo un periodo di dialogo regolare sulle Scritture, dategli l’opportunità di insegnare. Criticate, incoraggiate e valutateli. Imparano facilmente e desiderano aiutare il gruppo a capire la Parola di Dio? Portateli con voi durante le visite pastorali. Sono felici di guidare il gregge? Riconoscete che qualcuno appartiene giustamente alla mansione di diacono. Tuttavia, qualcun altro può mostrare quelle qualità necessarie per essere un anziano. Continuate a investire su questi uomini conferendo loro responsabilità di guidare la chiesa affinché la congregazione possa iniziare a capire il valore di avere degli anziani fuori dallo staff.

 

 

Guidare il cambiamento.

 

Oltre a tutti questi ostacoli c’è l’attuale necessità di cambiamento. Come può un pastore guidare il passaggio dai diaconi agli anziani come capi spirituali nella chiesa?

 

La velocità uccide

Come dice l’adesivo sul paraurti “La velocità uccide”. La stessa cosa fa una mossa impaziente per trasformare i diaconi in anziani. Cercare di fare questo senza un’adeguata preparazione creerà quasi sicuramente il caos se non l’improvvisa perdita del pastorato!

Quanto tempo serve per la transizione? Un tempo variabile, ma tendo a pensare a un minimo di 18 mesi fino a 3 anni come un periodo necessario per la transizione della struttura della leadership di una chiesa. Perché così a lungo? Perché la maggior parte delle chiese non hanno una chiarezza biblica: hanno vissuto con il loro sistema strutturale senza analizzarlo alla luce delle Scritture e tu, il pastore, li stai chiamando a cambiare delle posizioni mantenute per lungo tempo.

Allora se vuoi che questo cambi, devi pazientemente insegnare il sistema strutturale fondato sulla Bibbia a diversi livelli: il pulpito, lo studio biblico, le cellule, gli incontri uomini, i gruppi di studio e così via.Tutto ciò aiuterà maggiormente la chiesa che non l’offerta di un corso intensivo sull’argomento. Cosa ancor più importante del cambiare il sistema è insegnare alla chiesa a pensare in modo biblico. Più un pastore insegna bene alla sua congregazione a interpretare nel modo giusto le Scritture, più la chiesa stessa sarà in grado di capire la leadership biblica, ogni membro desidererà cambiare e la transizione avverrà in modo molto più naturale.

 

Pianifica.

Dai alla congregazione spazio per arrivare alla comprensione fondata sulla Bibbia del sistema di governo della chiesa. Forse tu, come pastore, devi operare attraverso “i problemi del sistema” per vari anni e la chiesa avrà probabilmente bisogno dello stesso lasso di tempo, se non di più. Pochi reagiscono bene ai cambiamenti.

 

Conclusione

In conclusione ti consiglio di porre degli obbiettivi ed essere paziente. Insegna, predica e prega affinché la chiesa risplenda nel Vangelo. Appena la congregazione inizia ad afferrare la natura e la missione della chiesa, agevola la visione della nuova struttura e quando, nella maturazione dei tempi, i membri inizieranno a rispondere alla Parola puoi pianificare la nomina di uomini qualificati a servire come anziani e mostrare nella congregazione, seguendo le prescrizioni dei documenti di chiesa, l’importanza della struttura guidata dagli anziani.

Nel condurre questa trasformazione, cerca di procedere umilmente e pazientemente per la gloria di Cristo e per il bene della tua chiesa.

 

 

Traduzione a cura di Francesca Farolfi.

 

Tematiche: Chiesa, Diaconato, Insegnamento biblico, Leadership, Pastorato, Struttura e organizzazione di chiesa

Phil Newton

Phil Newton 

È il pastore della chiesa battista South Woods di Memphis, Tennessee.

© 9Marks.org, © Coram Deo

Il presente articolo può essere utilizzato solo facendone previa richiesta a Coram Deo. Non può essere venduto e non si può alterare il suo contenuto.